diagnosi di celiachia

La diagnosi certa di celiachia, primo passo per ricominciare a star bene

Come arrivare alla diagnosi della celiachia ? Io sono inciampata nella celiachia per caso, facendo altri esami. Soffrivo di un reflusso gastrico fortissimo, che non mi consentiva di mangiare più niente. Non mi consentiva nemmeno di dormire, visto che in posizione distesa tutti i cibi risalivano nell’esofago e mi causavano forti bruciori alla gola. Avevo fatto parecchi esami del sangue che avevano riscontrato un’anemia da carenza di ferro. Mi perseguitava da almeno dieci anni, quindi nulla di nuovo. In fase di gastroscopia, avevano intenzione di indagare se ci fosse stata un’ernia iatale e una gastrite. Non so cosa abbiano trovato e perché abbiano proseguito l’esame e approfondito con il prelievo di porzioni di mucosa del duodeno.

leggi di più
eleonora

eleonora, 13. Luglio 2015 Avventurati

Una giornata in visita all’ EXPO 2015

Finalmente ci sono stata. La curiosità era tanta e le aspettative ancora di più.

In questi mesi, nel bene e nel male, tutti abbiamo sentito parlare tantissimo dell’Expo e la voglia di andarci cresceva sempre di più. Così ci siamo andati tutti e quattro, perché anche la curiosità dei bambini era alle stelle. Il più grande me lo aveva chiesto espressamente ed il più piccolo si era aggiunto subito al coro!

Quindi pronti, partenza, via! … o quasi. Il giorno prima abbiamo acquistato i biglietti on line sul sito ufficiale dell’Expo. Vi ricordo che se arrivate in macchina dovete acquistare anche il ticket per il parcheggio, purtroppo non abbiamo trovato posto nel parcheggio Merlata che è il più vicino al polo fieristico e che quindi vi consiglio vivamente.

leggi di più
il paradiso senza glutine
simonetta

simonetta, 22. Giugno 2015 Avventurati

Il paradiso senza glutine

[caption id="attachment_273" align="alignright" width="249"] Concerto degli angeli Concerto degli angeli, Gaudenzio Ferrari, Santuario della Beta Vergine dei Miracoli, Saronno.[/caption]

L'altro giorno, come al solito, ero in cucina a spadellare e mio marito stava leggendo il giornale in salotto, ad un certo punto mi chiama, o meglio urla: "Simoooo, c' è un articolo sull'Italia senza glutine".

In questi mesi siamo  a Buenos Aires e, da buoni espatriati,   leggiamo voracemente ogni notizia che viene dall'Italia e che riguarda il nostro stile di vita,  i nostri interessi o che semplicemente ruoti attorno all quotidianità,   quindi sono subito corsa a capire di cosa si trattava. L'articolo in questione era la traduzione di un reportage americano, e raccontava, appunto, di un viaggio in Italia. L'articolista, di cui ahimè non ricordo il nome, aveva programmato questo viaggio nei minimi dettagli, sognando di fare come i grandi viaggiatori dell' '80o:  un gran tour nella storia, architettura e arte del nostro paese che in questo, lo sanno tutti, è straodinariamente generoso.

leggi di più