Sandrina

Sandrina, 06. luglio 2015 Approfondimenti

Compleanni spensierati?

Carissime mamme di bambini celiaci, Vi ricordate come Vi siete sentite la prima volta che la vostra figlia/il vostro figlio è tornato a casa sventolando l'invito al compleanno di un amichetto (non compleanni senza glutine), sorridente e tutto felice? Che cosa avete pensate in quel momento? Avete forzato un sorriso, dicendo: Ooh che bello! e dentro la testa frullavano i pensieri: devo informare la mamma del festeggiato, che cosa potrà mangiare, festeggiano a casa o in un ristorante/parco giochi/casa del popolo, come evito la contaminazione, sarà l'unico celiaco alla festa ecc.

leggi di più
glutenfree
Elena

Elena, 29. giugno 2015 Assapora

Una bella giornata glutenfree trascorsa al mare

  Sono fortunata a vivere in Puglia. Ritengo che in poche regioni italiane ci sia tanta offerta di piatti glutenfree come da noi. Se guardate sull'elenco dei locali redatto dall’Aic o su Glutenfreeroad vi accorgerete subito che il numero di locali che offrono pasti e prodotti per celiaci è molto alto. In provincia di Bari in particolare, esiste un’ampio scelta di ristoranti, pizzerie, gelaterie, B&B. Ci sono anche tanti punti vendita take-away che offrono prodotti dolci e salati senza glutine e senza prenotazione.

leggi di più
il paradiso senza glutine
simonetta

simonetta, 22. giugno 2015 Avventurati

Il paradiso senza glutine

[caption id="attachment_273" align="alignright" width="249"] Concerto degli angeli Concerto degli angeli, Gaudenzio Ferrari, Santuario della Beta Vergine dei Miracoli, Saronno.[/caption]

L'altro giorno, come al solito, ero in cucina a spadellare e mio marito stava leggendo il giornale in salotto, ad un certo punto mi chiama, o meglio urla: "Simoooo, c' è un articolo sull'Italia senza glutine".

In questi mesi siamo  a Buenos Aires e, da buoni espatriati,   leggiamo voracemente ogni notizia che viene dall'Italia e che riguarda il nostro stile di vita,  i nostri interessi o che semplicemente ruoti attorno all quotidianità,   quindi sono subito corsa a capire di cosa si trattava. L'articolo in questione era la traduzione di un reportage americano, e raccontava, appunto, di un viaggio in Italia. L'articolista, di cui ahimè non ricordo il nome, aveva programmato questo viaggio nei minimi dettagli, sognando di fare come i grandi viaggiatori dell' '80o:  un gran tour nella storia, architettura e arte del nostro paese che in questo, lo sanno tutti, è straodinariamente generoso.

leggi di più