Elena

Elena, 13. Novembre 2018 Assaggia Generale

Spesa perfetta senza glutine in tre mosse!

Fare la spesa è un’attività che mi è sempre piaciuta.

Ricordo che da ragazzina, con mia madre che faceva l’insegnante e aveva poco tempo a disposizione quotidianamente, facevamo una grossa spesa settimanale, in un grande supermercato a Bari, armate di lista della spesa e pazienza. Mentre passavamo da un  corridoio all’altro guardavo entusiasta tutti i prodotti disponibili, e proponevo a mia madre l’acquisto di qualunque cosa!

Il fascino di questa attività si era un pò perso nei lunghi anni dopo la diagnosi di celiachia, gli anni in cui acquistavo i prodotti senza glutine in farmacia. Inutile negarlo, un pò mi deprimeva comprare il pane e le merendine tra sciroppi e farmaci…

Poi nella mia regione (la Puglia) hanno prima liberalizzato la vendita dei prodotti senza glutine nei negozi specializzati, poi anche negli ipermercati. Allora sono tornata alla carica, con il mio foglietto stropicciato, con annotate tutte le cose da compare ogni mese. Successivamente hanno anche dematerializzato i buoni e teoricamente potrei andare ogni giorno a comprare un prodotto diverso in un negozio diverso, comodo no?

Riacquisita esperienza e abilità in questa attività che mi piace tanto, vi racconto come mi organizzo con la mia spesa perfetta senza glutine in tre mosse!

Divido innanzitutto i prodotti in 3 categorie:

 Prodotti fondamentali: la pasta, il pane, farina per pane, farina per dolci;

Prodotti di sostegno: biscotti per la colazione, cereali, merendine, pan grattato;

Prodotti di conforto: barrette al cioccolato, biscotti ricoperti, tarallini, grissini, pizza surgelata.

Dei “prodotti fondamentali” rifaccio l’assortimento ogni mese. In dispensa non mancano mai:

  • 2 formati di pasta corta, 1 formato di pasta lunga
  • pane a fette, panini
  • 2 mix per pane e pizza
  • 1 mix per dolci

Questi sono i prodotti che teoricamente, mi consentono di  preparare di tutto.

Con i “prodotti di sostegno” faccio scorta con moderazione:

  • 2 tipi di biscotti da colazione
  • corn flakes e muesli
  • 1 tipo di merendine
  • 2 confezioni di pan grattato

Per i “prodotti di conforto” vario tipologia ogni mese e cerco di non esagerare nel consumo (qui l’età incalza e bisogna stare attenti ai grassi e agli zuccheri!):

  • barrette oppure biscotti ricoperti
  • tarallini oppure grissini
  • 1 pizza surgelata da tenere in frigo per ogni evenienza.

Oltre ai prodotti dietoterapici non mi faccio mai mancare frutta e yogurt da inserire nei momenti di fame improvvisa, e tante carote da sgranocchiare quando la noia ti assale e ti mangeresti un intero pacco di waffer…

Tengo sempre a mente che un’alimentazione ricca in cereali, legumi, ortaggi e frutta protegge da numerose malattie (cardiovascolari, respiratorie, dell’apparato digerente) e che per un celiaco è importante imparare a gestire la propria dieta nel modo più vario ed equilibrato possibile!

E voi? Come vi organizzate con la spesa gluten-free?

Vedi tutti i miei articoli

Elena

Mamma, moglie, architetto, di Bari. Celiaca diagnosticata nel 2003, amo le ricette semplici e appetitose. Sono sempre alla ricerca di spunti golosi per rimpinzare la mia primogenita settenne, celiaca anche lei... Marito e secondogeniti (2 vivaci gemellini) dimostrano di apprezzare molto! Nel 2012, dopo un fitto scambio di idee con la mia amica Eleonora , abbiamo aperto il blog Paneamoreceliachia. Informazioni, consigli, ricette facili e ben presentate sono state il nostro filo conduttore da sempre. Perchè togliere il glutine dalla propria alimentazione non vuol dire rinuciare a nulla, tantomeno al sapore!