Sandrina

Sandrina, 11. maggio 2015 Avventurati

In viaggio senza glutine

Maggio – le giornate si sono allungate, la temperatura comincia ad aumentare e manca solo un mese all’inizio delle ferie estive dei ragazzi in età scolastica. Tempo di pensare alla destinazione dove passare i giorni liberi di luglio e/o agosto. Tempo di programmare con cura il nostro viaggio senza glutine. Programmare una vacanza gluten-free richiede naturalmente un po’ di attenzione e organizzazione in più rispetto ad una vacanza “glutinosa”.

Un valido aiuto possono essere i seguenti due siti dedicati per un viaggio senza glutine: Glutenfree Roads e Glutenfree Holidays. Nel primo trovate un’elenco di ristoranti e pizzerie senza glutine in quasi tutto il mondo con commenti e consigli degli utenti stessi e in più indirizzi di supermercati ed altri punti vendita per prodotti glutenfree che vi possono servire durante le giornate fuori casa. Nel secondo invece potete direttamente prenotare il vostro albergo. Richiedete la disponibilità secondo le vostre esigenze e trovate un elenco diviso anche per destinazione, categoria ecc.

SCHAER_GFH_Logo_RGBPerché si sa, c’è chi preferisce il mare, chi la montagna, in Italia, all’estero, albergo 5 stelle o il campeggio. Noi siamo camperisti, mio marito da quando aveva 14 anni, io più tardi, me l’ha fatto scoprire lui quando ci siamo conosciuti. La nostra prima destinazione con bambina celiaca erano le Dolomiti nell’estate 2013. Come Vi potete immaginare avevo riempito il Camper di viveri per lei: pane, pasta, merendine ecc. In più avevamo fatto una ricerca in internet per trovare pizzerie e gelaterie lungo il nostro tragitto, però in quella zona c’era poco o niente. Era la nostra prima volta e non sapevamo cosa ci aspettava in alta montagna. Girando nei paesini piccoli, non sapevamo fino a che punto erano a conoscenza della malattia o se i negozi erano attrezzati. E che Vi devo dire, ho fatto bene, perché purtroppo abbiamo incontrato tantissima ignoranza e non conoscenza della celiachia. Molte persone, per esempio nelle gelaterie, ci guardavano se come venissimo dalla luna. Non avevano mai sentito parlare di celiachia e il glutine gli sembrava una parola straniera. Prodotti si trovavano solo e poco nelle farmacie. Era veramente una delusione, perché c’eravamo già stato l’estate precedente (con bambina non ancora celiaca) e c’eravamo trovato benissimo. Per cui ci siamo tornati volentieri. Abbiamo fatto comunque un sacco di trekking, visto dei paesaggi stupendi e abbiamo fatto due chiacchiere con la gente. Vi devo dire però che siamo tornati nelle Dolomiti Natale scorso e la situazione era migliorata. Siamo andati a mangiare in un locale stupendo a Moena e abbiamo trovato anche dei rifugi attrezzati.

L’anno scorso invece siamo andati nel sud della Francia. Anche questa volta abbiamo fatto le nostre dovute ricerche su internet, abbiamo contattato l’Associazione Celiaca della Francia per avere qualche dritta in più e ho riempito il Camper dei soliti viveri. Vi devo dire, che la Francia non è molto attrezzata nella tutela del celiaco. Le persone sapevano di cosa si tratta, abbiamo trovato tantissime persone gentile e posti per almeno mangiare un gelato, ma era difficile fare la spesa quotidiana. Perché? Perché in Francia non era obbligatorio segnare sull’etichetta gli ingredienti che possono causare allergie, come è qui in Italia. Per cui quando compravo per esempio lo yogurt o l’affettato dovevo leggermi con molta attenzione tutta l’etichetta e comunque non ero sicura al 100% di non dare glutine a mia figlia, perché ci potevano essere delle tracce che non erano segnalate, dato che non era obbligatorio. Tuttavia ci siamo trovati bene, abbiamo mangiato e sicuramente ci torneremmo anche perché speriamo che con le nuove leggi ci sia un po’ più di tutela per il celiaco.

Quest’anno abbiamo in mente di girare la Spagna, ovviamente sempre con il Camper e speriamo di trovarci bene. Chiaramente faremmo anche questa volta tutte le nostre dovute ricerche prima.

E voi? Che progetti avete per l’estate? Dove andate e con che mezzi? Raccontateci le Vostre esperienze, siamo sempre curiosi e ci piace conoscere posti nuovi!

Vedi tutti i miei articoli

Sandrina

Ciao a tutti, mi chiamo Sandrina e ho due bambini, Kevin (13) e Jennifer (10). La mia bambina è celiaca e l'abbiamo scoperto circa 3 anni fa. Dato che mi è sempre piaciuto fare le cose in casa, specialmente i dolci, non ci siamo abbattuti e ho cominciato a sperimentare nuove ricette e nuove farine. Ora faccio (quasi) tutto in casa, dalla pizza, pane, focaccia alle torte, biscotti e merendine. Piacciono a tutta la famiglia. In questo blog vorrei raccontarvi un po' delle nostre esperienze e dirvi: "Si vive benissimo senza glutine!!!"