familyontrip

familyontrip, 23. Agosto 2018 Avventurati

Salento, la mia prima estate senza Glutine dai nonni

Siamo Tommaso, Pietro e Lucilla. Al rientro dal nostro ultimo cammino abbiamo scoperto che Pietro è celiaco. Non vi nascondiamo che all’inizio ci siamo un po’ spaventati e demoralizzati perché pensavamo impossibile continuare a viaggiare (ma senza glutine) come abbiamo sempre fatto: zaino in spalla e all’avventura. Invece è possibile, richiede solo un po’ più di pazienza e di organizzazione. Il segreto, come in ogni cosa, è crederci ed impegnarsi perché i tuoi obiettivi possano diventare realtà. Non potevamo rassegnarci a vivere la celiachia come un limite! Ecco il racconto di Pietro sulla sua prima estate dai nonni da celiaco.

Estate: vacanza, mare, nonni e… Salento.

Fin da piccolissimo le mie vacanze estive le trascorro per un lungo periodo a Marittima. Un piccolo paesino situato tra S. Maria di Leuca e Otranto.

Io adoro il Salento. Il mare è bellissimo, si può giocare liberi in strada e girare per il paese in totale autonomia. Uno spasso!

Poi il cibo è buonissimo, i miei cibi preferiti sono salentini. Avete mai assaggiato le “pittule” o le “cucuzzate”? Mmmmm, deliziose. E i calzoni caldi di friggitoria? Che soddisfazione mangiarli sporcandosi tutte le mani di mozzarella filante e pomodoro!

Ecco, quest’anno ahimè non è stato lo stesso. Questo autunno mi sono accorto di essere allergico al glutine e via con le rinunce.

Addio pittule, addio cucuzzate, addio calzoni, addio pucce, addio pasticciotti alla crema.

La mia nonna Jajà si è data molto da fare nell’organizzarsi con una spesa adeguata e prepararmi qualche manicaretto in casa. Non tutti i supermercati in zona però sono forniti di prodotti senza glutine. Per trovare un po’ di scelta bisogna andare a Surano, un paese a circa 10 km da casa.

Anche i ristoranti e le trattorie attrezzate “gluten free” sono merce rara in Salento.

Sono stato molto fortunato perchè a Tricase Porto, un piccolissimo paesino a pochi passi da Marittima, c’è un ristorante “Le Anime Sante” che offre piatti di pasta per celiaci. Io quasi non ci credevo! Ho mangiato per la prima volta in vita mia la pasta con l’aragosta appena pescata. Un lusso sfrenato. Buonissima.

Vorrei però che anche gli altri ristoranti e le trattorie considerassero di più le mie esigenze. Soprattutto vorrei che ci fosse più informazione sull’argomento.

Ad esempio, in gelateria a Marittima quando ho chiesto se nel gelato c’era il glutine non sapevano cosa fosse e pensavano parlassi del lattosio! Mi hanno detto che non potevo mangiare nessun gelato se non quello al limone.

 

Poi il nonno gli ha spiegato la cosa e hanno capito e si sono preoccupati di controllare gli ingredienti. Dopo qualche giorno avevano persino ordinato i coni gluten free! Qui la gente è così, sempre gentile e accogliente!

 

Spero che il prossimo anno quando tornerò troverò più locali con offerte per celiaci e, perchè no, mi piace sognare che un giorno potro trovare le pittule gluten free 😉

Pietro

Vedi tutti i miei articoli

familyontrip

Ciao! Siamo Pietro, Lucilla e Tommaso. Quasi per gioco, qualche tempo fa abbiamo deciso di aprire il nostro blog familyontrip.com per condividere le nostre esperienze di viaggio con altre famiglie appassionate come noi di viaggi zaino in spalla, trekking, cammini e avventure on the road. Al rientro dal nostro ultimo cammino, abbiamo scoperto che Pietro è celiaco. Così abbiamo deciso che il nostro blog sarebbe diventato non solo lo strumento per condividere i nostri diari di viaggio, ma anche uno spazio per raccontare a tutte le famiglie che vivono come noi la celiachia che è comunque possibile viaggiare in libertà e senza troppi pensieri.