glutenfree
Elena

Elena, 29. giugno 2015 Assapora

Una bella giornata glutenfree trascorsa al mare

 

Sono fortunata a vivere in Puglia. Ritengo che in poche regioni italiane ci sia tanta offerta di piatti glutenfree come da noi.

Se guardate sull’elenco dei locali redatto dall’Aic o su Glutenfreeroad vi accorgerete subito che il numero di locali che offrono pasti e prodotti per celiaci è molto alto. In provincia di Bari in particolare, esiste un’ampio scelta di ristoranti, pizzerie, gelaterie, B&B. Ci sono anche tanti punti vendita take-away che offrono prodotti dolci e salati senza glutine e senza prenotazione.

Oltre a questo, tutto l’anno il clima è sempre piuttosto mite, e quando arriva l’estate il mare ci chiama…

A partire dalla spiaggia in città , la spiaggia di “Pane e pomodoro” e nuovendosi di pochi chilometri alla volta in direzione sud è possibile accontentare tutti i gusti in fatto di mare. Ad una decina di km ci sono le spiagge di scogli della periferia sud di Bari (Palese, S. Spirito, S. Giorgio, Torre a Mare). Scendendo progressivamente verso sud il paesaggio cambia prima con calette di sabbia, fuori e dentro il mare (nella zona di Mola di Bari, Cozze, Polignano, Monopoli) fino a diventare una enorme distesa di sabbia a Capitolo e Torrecanne.

Avendo tre bimbi da sempre la nostra opzione è stata quest’ultima, “scampagnata al mare” con la sabbia.
Purtroppo la disponibilità di alimenti glutenfree nei lidi, è scarsissima. A parte qualche merendina confezionata, i gelati e i sacchetti di patatine idonee ai celiaci, ci si deve portare da casa la “schiscetta per il pranzo”.
Io mi organizzo sempre dal giorno prima con il menù da spiaggia. Poichè nel barese mare=focaccia, quindi non posso fare a meno di impastare l’immancabile teglia di focaccia senza glutine!
E’ anche vero che al mare i bimbi, in continuo movimento, hanno sempre fame… Quindi la focaccia è solo lo spuntino di metà mattina. La scusa giusta per richiamarli sotto l’ombrellone e tenerli occupati per almeno mezz’ora!

bimbi almareUn’oretta di giochi sulla sabbia e poi scatta la domanda: “mamma, che ci mangiamo per pranzo?” Di solito preparo un primo piatto freddo, una insatata di riso o di pasta. Aggiungo una insalatona arricchita con formaggio e prosciutto da servire a tutti, celiaci e non.

Basta giusto? Ma siete andati al mare o a fare un’abbuffata vi chiederete? Per sicurezza mi porto dietro una coppa di verdure lavate e tagliate a bastoncino (carote, cetrioli, coccomeri) e una di frutta di stagione, già pulita e sbucciata.

Ancora giochi, tuffi, conchiglie e passeggiate e nel pomeriggio, arriva l’ora del caffè e del gelato.
Verso le 18 iniziamo a raccogliere tutti i nostri giochi sparsi e mentre ci sistemiamo, la mia piccola celiaca mi chiede sempre uno snack salato e assieme ai fratellini si spazzolano l’intera confezione di Saltì o di Salinis.
Stanchi ma felici, riprendiamo la via di casa. Dopo questa giornata ci aspetta il ritorno e udite udite: la cena!!!

Trascorrono così le nostre domeniche al mare. Si alternano alla settimana di lavoro, in attesa della agognata settimana di vacanze che ci aspetta a metà Luglio. Dove andremo in vacanza allora? Vi posso anticipare che abbiamo già prenotato in un villaggio che offre il trattamento gluten-free.

Ci aggiorniamo al prossimo post!

Vedi tutti i miei articoli

Elena

Mamma, moglie, architetto, di Bari. Celiaca diagnosticata nel 2003, amo le ricette semplici e appetitose. Sono sempre alla ricerca di spunti golosi per rimpinzare la mia primogenita settenne, celiaca anche lei... Marito e secondogeniti (2 vivaci gemellini) dimostrano di apprezzare molto! Nel 2012, dopo un fitto scambio di idee con la mia amica Eleonora , abbiamo aperto il blog Paneamoreceliachia. Informazioni, consigli, ricette facili e ben presentate sono state il nostro filo conduttore da sempre. Perchè togliere il glutine dalla propria alimentazione non vuol dire rinuciare a nulla, tantomeno al sapore!