pizza senza glutine fatta in casa
Elena

Elena, 04. dicembre 2017 Assaggia Assapora

Pizza senza glutine fatta in casa: come prepararla?

La pizza è il mio piatto preferito. Lo è sempre stato anche prima di diventare celiaca, ma dopo, se possibile anche di più.

Ricordo che un’estate di molti anni fà, in vacanza in campeggio con Eleonora, abbiamo mangiato pizza per 10 sere di seguito, senza mai ordinare altro!☺

Dopo aver scoperto di essere celiaca, ho passato una prima fase in cui mangiavo la pizza solo in pizzeria, sempre a caccia di locali con maestri pizzaioli che riuscissero a farmi dimenticare che stavo mangiando una pizza senza glutine. Non provavo nemmeno a cimentarmi nella preparazione casalinga perchè non riuscivo a gestire l’impasto senza glutine, spesso troppo asciutto, oppure troppo appiccicoso.

Con il passare del tempo e con l’aumentare della mia esperienza negli impasti gluten-free, mi sono convertita anche alla preparazione domestica della pizza, con grande entusiamo di tutta la famiglia.

Sono una estimatrice della buona mozzarella per farcirla e per me il top è averla in versione margherita, con olio extravergine e qualche foglia di basilico profumato.

Facile, no?

Assolutamente no, poiché l’impasto della pizza, senza molte farciture, viene gustato a pieno e se non fatto con ingredienti giusti e non lavorato con piccole attenzioni non è per nulla appetitoso. Avete presente quando i bordi sono tutti frastagliati? Oppure quando non ha un pò di cornicione? Ecco, così non mi piace proprio…

Come preparo una buona pizza  senza glutine fatta in casa?

Partendo da 2  declinazioni dello stesso impasto ottengo 2 versioni diverse ma altrettanto gustose di pizza:

  • quella in teglia, più alta e focacciosa
  • quella rotonda, più sottile e croccante.

Le quantità degli ingredienti che uso sono le stesse: 250g di Mix B Schär, 7-8g di lievito di birra fresco, 1 cucchiaino raso di zucchero, 2 cucchiaini rasi di sale, 1 cucchiaio d’olio.

E allora come diventano due diverse tipologie di pizza?

La differenza la fà la quantità d’acqua che aggiungiamo.

Per la pizza in teglia adopero 250g di farina Mix B e 200ml di acqua tiepida (la placca del forno è da 40x30cm) – cioè un’idratazione dell’impasto pari all’80%;

– per la pizza sottile (2 teglie diam.24 cm) adopero 250g di farina Mix B e 150ml di acqua tiepida – idratazione pari al 60%

Naturalmente anche in fase di lievitazione i due impasti cresceranno in maniera differente. Alto e alveolato quello della pizza in teglia,  che necessiterà di essere versato direttamente sulla placca e steso con le dita BAGNATE E BEN UNTE DI OLIO. Quello della versione sottile, aumenterà meno di volume, sarà più compatto e potrà essere steso con l’aiuto di un matterello, con pochissima farina.

Dopo l’impasto che si fà?

Entrambi gli impasti vanno fatti lievitare per 2 ore in forno spento. Dopo averli stesi potrete farcirli con passata di pomodori, mozzarella e un filo d’olio. Vi suggerisco di accendere il forno a 220-240° e di infornare la pizza al ripiano più basso, ma non a contatto diretto con il fondo.

Nel caso della pizza in teglia, dopo 15 minuti circa, dovrete spostare la placca sul ripiano più alto per 5- 10 minuti per farla ben colorire anche in superficie.

Nel caso della pizza sottile, dopo 15 minuti in basso, sarà già pronta.

Naturalmente accetto consigli e suggerimenti per migliorare la pizza senza glutine fatta in casa… sono curiosa di sapere come la preparate voi!😉

Vedi tutti i miei articoli

Elena

Mamma, moglie, architetto, di Bari. Celiaca diagnosticata nel 2003, amo le ricette semplici e appetitose. Sono sempre alla ricerca di spunti golosi per rimpinzare la mia primogenita settenne, celiaca anche lei... Marito e secondogeniti (2 vivaci gemellini) dimostrano di apprezzare molto! Nel 2012, dopo un fitto scambio di idee con la mia amica Eleonora , abbiamo aperto il blog Paneamoreceliachia. Informazioni, consigli, ricette facili e ben presentate sono state il nostro filo conduttore da sempre. Perchè togliere il glutine dalla propria alimentazione non vuol dire rinuciare a nulla, tantomeno al sapore!