Pizza-lovers? Tre ricette alternative per la pizza, naturalmente prive di glutine!

In quanti modi si può preparare una pizza alternativa, che sia anche senza glutine?

Quando pensiamo alla pizza, subito ci vengono in mente immagini gustose e fragranti di impasti farciti con pomodoro e mozzarella. Pensiamo alle infinite varianti di pizza: tonda al piatto, in teglia, al trancio, integrale, senza lievitazione ecc. ecc.

E se vi dicessi che esistono anche modi per prepararla con una base naturalmente priva di glutine, cosa mi rispondereste?

Oltre agli impasti con farine naturalmente prive di glutine (cioè preparati con mix naturali di farina di riso, di mais, di grano saraceno, che comunque necessitano di ben precise proporzioni oppure dell’aggiunta di addensanti come lo xantano per ottenere un impasto elastico e lavorabile), vi suggerisco tre versioni di simil-pizza che non deluderanno i vostri ospiti. Si tratta infatti di piatti che assomigliano esteticamente alla pizza, ma che utilizzano per la preparazione materie prime vegetali e che non contengono glutine.

Le tre ricette alternative per la pizza che preparo spesso con grande soddisfazione dei mie bimbi sono:

– la pizza di patate

– la pizza di riso

– la pizza di cavolfiore.

Le ricette che vi propongo vi consentiranno di realizzare un pizza tra i 20 e i 26 cm di diametro, e se preferite potrete cambiarne la farcitura a piacere per assecondare i vostri gusti!

Pizza di patate allo speck (teglia da 24-26 centimetri)

350-400g patate

50-60g Mix B Mix Pane Schär

1 uovo

30g burro

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

Sale, pepe q.b.

per la farcitura:

speck

mozzarella

Lessare le patate tra i 30 e i 50 minuti (in base alla grandezza), schiacciarle e mescolarle in una ciotola con l’uovo, il burro, il parmigiano, sale e pepe. Aggiungere la farina e impastare fino ad ottenere un bel panetto morbido. Stendere l’impasto su  carta da forno, con il matterello. Infornare la base in forno già  caldo a 200° per una ventina di minuti. Estrarre la teglia dal forno e guarnire con cubetti di mozzarella e fette di speck. Lasciar cuocere per altri 10 minuti a 200°, e poi gli ultimi 5 con la sola funzione il grill accesa. Vedrete che bella crosticina croccante!

Pizza di riso al prosciutto (teglia da 20 centimetri)

300g riso

30g Burro

20g parmigiano

1 uovo

per la farcitura:

Prosciutto cotto

scamorza

Lessare il riso, come riportato sulla confezione e ancora caldo, mescolarlo in una ciotola con il burro, il parmigiano e l’uovo. Schiacciarlo con un cucchiaio nello stampo da 20-22cm, e cuocerlo a 180° per 20 minuti, finchè non apparirà dorato. Guarnirlo con fette di scamorza e prosciutto cotto e cuocere per altri 10 minuti a 200°. Sfornare e lasciar intiepidire prima di servire.

 

Pizza margherita di cavolfiori (teglia da 24-26 centimetri)

500g cavolfiore tagliato a cimette

2 albumi (da uova medie)

2 cucchiai parmigiano grattugiato

Sale, pepe q.b.

per la farcitura:

Mozzarella fiordilatte

Passata di pomodoro

Per la pizza di cavolfiore si parte tritando con il robot da cucina un cavolfiore (da circa 500-600g) e mescolandolo con 2 albumi, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale e pepe. Mescolando il composto, otterrete un impasto morbido, da stendere con un cucchiaio nella teglia rivestita di carta da forno. Infornare per una ventina di minuti in forno caldo a 200°, quindi guarnire con passata di pomodoro e mozzarella. Cuocere a 220° per 8-10 minuti fino a doratura.

Se cercate consigli e suggerimenti per preparare la pizza classica in versione gluten-free, potete leggere il mio post sulla pizza fatta in casa, se invece senza far fatica volete gustarvi una pizza cotta in forno a legna, anche in versione con mozzarella senza lattosio, provate la pizza surgelata Schaer, a me piace tanto!

In più volevo dirvi che è partito dallo scorso venerdì un nuovo concorso a premi sul sito schaer: il GiroPizza Schär!

Partecipate caricando la vostra ricetta regionale di farcitura della pizza surgelata Schär e potrete vincere premi istantanei settimanali oppure meravigliosi premi finali. Tutti i dettagli sul sito www.giropizzaschaer.it!

 

Vedi tutti i miei articoli

Elena

Mamma, moglie, architetto, di Bari. Celiaca diagnosticata nel 2003, amo le ricette semplici e appetitose. Sono sempre alla ricerca di spunti golosi per rimpinzare la mia primogenita settenne, celiaca anche lei... Marito e secondogeniti (2 vivaci gemellini) dimostrano di apprezzare molto! Nel 2012, dopo un fitto scambio di idee con la mia amica Eleonora , abbiamo aperto il blog Paneamoreceliachia. Informazioni, consigli, ricette facili e ben presentate sono state il nostro filo conduttore da sempre. Perchè togliere il glutine dalla propria alimentazione non vuol dire rinuciare a nulla, tantomeno al sapore!