Sandrina

Sandrina, 06. luglio 2015 Approfondimenti

Compleanni spensierati?

Carissime mamme di bambini celiaci, Vi ricordate come Vi siete sentite la prima volta che la vostra figlia/il vostro figlio è tornato a casa sventolando l’invito al compleanno di un amichetto (non compleanni senza glutine), sorridente e tutto felice?

Che cosa avete pensate in quel momento? Avete forzato un sorriso, dicendo: Ooh che bello! e dentro la testa frullavano i pensieri: devo informare la mamma del festeggiato, che cosa potrà mangiare, festeggiano a casa o in un ristorante/parco giochi/casa del popolo, come evito la contaminazione, sarà l’unico celiaco alla festa ecc.

A noi ci arrivò il primo invito circa 2 mesi dopo la diagnosi da parte dell’amichetta del cuore della mia bambina. Festeggiava a casa sua con pochi bambini. Mi misi in contatto con la mamma e ci siamo messi a programmare la festa insieme. Fortunatamente è una persona molto attenta e disponibile. Mi faceva la lista delle cose che pensava di preparare e abbiamo cercato insieme delle alternative senza glutine dove era possibile o necessario. Dove non era possibile, lei preparava con il glutine e io portavo un’alternativa da casa. Così arrivai alla festa con un borsone di cibo. Trovai un tavolino messo in un angolo con un cartello “senza glutine – per Jennifer” e su questo disponevo le pietanze per la mia bambina. Devo dire che sia le mamme che i bambini invitati alla festa sono stati bravissimi. Nessuno andava a toccare le cose di lei, dopo che li avevamo spiegato il motivo. Birthday Maedchen Mit TorteJennifer non soffriva la fame e l’unico momento un po’ critico fu il taglio della torta di compleanno. Questa era glutinosa perché ovviamente non potevo pretendere che la madre della festeggiata andava a spendere un patrimonio per farsi fare una torta senza glutine per tutti! Così la mia bambina rimase un po’ in disparte e leggevo il dispiacere nei suoi occhi di non poter mangiare la torta. Le avevo però portato un’altro dolce che le piaceva tanto e così anche questo momento di leggera tristezza le passo’ alla svelta.

Il prossimo invito ci arrivò a settembre ed era un po’ più difficile da gestire. Erano tre bambini che festeggiavano insieme nella stanza di un circolino. Le mamme avevano pensate di ordinare pizze, focacce e schiacciate presso il circolino e di portare qualche dolce, patatine e popcorn da casa. Il circolo non era attrezzato per celiaci e non era in grado di fornire ne pizze ne schiacciate o focacce per Jennifer. Allora mi organizzai facendo le cose tutte da me a casa e arrivando di nuovo con un borsone pieno di cibo per la mia bambina. Oltre a dover fare tutto da me, avevo poi molta paura della contaminazione con così tanta gente in un luogo pubblico. Infatti non era semplice, nonostante un bel cartello sul tavolo e varie spiegazioni non potevo distrarmi un’attimo e mi è toccato tante volte per esempio prendere le patatine dal tavolo di Jennifer e metterli insieme a quelli glutinosi (perché erano state toccate dai bambini che avevano le mani glutinosi), lavare il suo piatto ecc. Non faccio una colpa a nessuno, i bambini erano ancora piccoli e quando sono nel gioco si distraggono e non stanno attenti a queste cose. Però io la festa non mela sono goduta e onestamente non sono sicura che la mia bambina non abbia ingoiato qualche briciola di glutine!

Piano piano però abbiamo preso sempre di più la mano a gestire compleanni di amici e parenti. Mi porto sempre una scorta di patatine, biscotti, crackers, pane, Nutella in confezioni monodosi, wuerstel, ecc. dietro e così posso affrontare ogni emergenza. Mi metto sempre prima della festa in contatto con la mamma del festeggiato e chiedo il menù. Così porto il necessario. Allestiamo un tavolo per il senza glutine e per fortuna non sempre Jennifer è l’unica celiaca alla festa. Anche i nostri amici e parenti stanno sempre più attenti e sono sempre più informati ed attrezzati sull’argomento, quando devono organizzare dei compleanni.

Succedono però anche dei casi completamente opposti come per esempio il compleanno di una compagna di classe poco fa, dove la madre è stata veramente favolosa! Aveva preparato tutto lei per Jennifer non badando a spese. Non dovevo portare niente, anzi alla fine della festa mi faceva anche portare a casa le cose avanzate dicendomi: prendili, te ne hai bisogno, per noi sono sprecate! Invece soltanto un mese prima un compagno di classe ha invitato a festeggiare il suo compleanno in un noto Fast Food. Ovviamente Jennifer non poteva andarci perché non può mangiare nulla li, la contaminazione è alle stelle e non è consentito portare cibo da casa. Era rimasta veramente male!

Comunque, fra alti e bassi, il risultato tutto sommato è positivo. I compleanni sono delle belle occasioni per stare in compagnia e con un po’ di accorgimenti da parte di tutti, possono essere godute a pieno da tutti!

Vedi tutti i miei articoli

Sandrina

Ciao a tutti, mi chiamo Sandrina e ho due bambini, Kevin (13) e Jennifer (10). La mia bambina è celiaca e l'abbiamo scoperto circa 3 anni fa. Dato che mi è sempre piaciuto fare le cose in casa, specialmente i dolci, non ci siamo abbattuti e ho cominciato a sperimentare nuove ricette e nuove farine. Ora faccio (quasi) tutto in casa, dalla pizza, pane, focaccia alle torte, biscotti e merendine. Piacciono a tutta la famiglia. In questo blog vorrei raccontarvi un po' delle nostre esperienze e dirvi: "Si vive benissimo senza glutine!!!"