mangiato il glutine
Elena

Elena, 19. giugno 2017 Approfondimenti

Aiuto… Ho mangiato il glutine!

Mangiare senza glutine è un imperativo per i celiaci.

E se invece capita di assumerlo? Cosa possiamo fare?

Dalla mia diagnosi, ormai 15 anni fa, ho sempre cercato di essere molto attenta alla dieta, ai prodotti a rischio, ai farmaci, alle contaminazioni.
Diciamo che 3 sono state le occasioni in cui ho sbagliato e ho mangiato il glutine:

1. Quando mia zia mi ha sorpreso con una focaccia senza glutine al suo compleanno. Era ottima ( è un’ottima panificatrice glutinosa) e l’ho mangiata con gusto, per poi scoprire a fine serata che aveva usato il suo mitico lievito madre per preparare l’impasto. Naturalmente il lievito madre era glutinoso.

2. Quando in vacanza stavo cucinando contemporaneamente e in 2 pentole distinte pasta glutinosa e pasta senza glutine dello stesso formato. Ad un certo punto ho tirato su un maccherone e l’ho mangiato per vedere se era cotto… Era la pasta per mio marito.

3. Una volta al ristorante durante un viaggio di lavoro. Ho ordinato una grigliata di pesce, specificando la mia esigenza. Mi hanno portato un piatto gratinato e il cameriere mi ha rassicurato fosse il mio. Mentre ero a metà piatto è arrivato il maitre con la grigliata per me😰.

Che cosa ho fatto?
In quel momento mi sono agitata. E basta.

Io sono sintomatica, quindi dopo 3-4 giorni matematicamente compaiono crampi addominali e mal di testa. La situazione solitamente migliora nel giro di 24-36 ore.
Per il mal di pancia prendo un antispastico, poi prendo per qualche giorno dei fermenti lattici, per riequilibrare la flora intestinale.

Cosa mi hanno insegnato queste tre esperienze?
Che la buona volontà di parenti e amici deve essere mediata da un mio mini-tutorial sulle criticità del piatto che vogliono preparare!
Che se cucino contemporaneamente pasta con e senza glutine devo usare massima attenzione e 2 formati diversi!
Che al ristorante mi conviene fare una verifica in più, ma anche incrociare le dita!

Vedi tutti i miei articoli

Elena

Mamma, moglie, architetto, di Bari. Celiaca diagnosticata nel 2003, amo le ricette semplici e appetitose. Sono sempre alla ricerca di spunti golosi per rimpinzare la mia primogenita settenne, celiaca anche lei... Marito e secondogeniti (2 vivaci gemellini) dimostrano di apprezzare molto! Nel 2012, dopo un fitto scambio di idee con la mia amica Eleonora , abbiamo aperto il blog Paneamoreceliachia. Informazioni, consigli, ricette facili e ben presentate sono state il nostro filo conduttore da sempre. Perchè togliere il glutine dalla propria alimentazione non vuol dire rinuciare a nulla, tantomeno al sapore!